Si è rotto un dente a mio figlio. Cosa faccio?


È un momento di grande angoscia che può tuttavia essere superato seguendo alcune semplici regole. Non appena si è verificato il trauma il bambino deve essere medicato e, se sanguinante, tamponato con cotone o garze. Applicare ghiaccio sulla zona colpita dal trauma. Il sanguinamento si fermerà entro qualche minuto. Se il trauma ha provocato la rottura di una parte della corona dentale se possibile recuperare il frammento e metterlo in un contenitore riempito con soluzione fisiologica oppure nel latte.

Portate il prima possibile il bambino dal vostro dentista di fiducia, con il frammento del dente: il trauma si potrà probabilmente risolvere con il solo riattacco della parte fratturata con appositi materiali. Il dentista controllerà in seguito che il trauma non abbia determinato danni alla polpa dentaria.

Se il trauma ha invece determinato la completa espulsione del dente, recuperare il dente e metterlo sempre nella soluzione fisiologica o nel latte. Il dentista riposizionerà il dente nella sua sede. Il dente potrà recuperare la sua stabilità e funzione. Se è un dente permanente va reimpiantato il prima possibile. Se il reimpianto dentale sarà eseguito entro la prima ora, la prognosi sarà molto favorevole. Un ritardo nei tempi di intervento produrrà una riduzione delle probabilità di successo. Il dente reimpiantato, comunque, negli anni successivi potrà andare incontro a riassorbimento della radice, che potrà portare anche alla perdita del dente.

Dott. Michele Quinto

Medico Chirurgo Odontoiatra

© Dentalnext srl - P.I. 02885420303 - info@medi-center.it | Friuli Venezia-Giulia Marche

SITEMAP - PRIVACY - COOKIES