Le regole della prevenzione dentale




Prevenire è meglio che curare” consigliava un vecchio spot televisivo parlando di salute orale. Sì, perché la salute della bocca è una pratica quotidiana molto importante non solo per avere un bel sorriso, ma anche per la salute in generale.

Ottobre è il Mese della Prevenzione Dentale - un’iniziativa attiva in tutta Italia fin dal 1980 e promossa dall’Associazione Nazionale Dentisti Italiani – che ha l’obiettivo di diffondere la cultura della prevenzione e l’importanza di effettuare visite di controllo regolari sia per curare, che per prevenire i disturbi dentali e del cavo orale.

In questo articolo, quindi, il tuo Dentista di Famiglia chiarirà cosa significa fare prevenzione odontoiatrica e quali sono le regole per avere denti belli e sani.

Cosa significa fare prevenzione?

Con l’espressione “prevenzione odontoiatrica” si indicano tutte le cure, le attenzioni e le buone abitudini che aiutano a mantenere in salute i denti e la bocca. Si tratta di comportamenti che andrebbero appresi fin da bambini e adottati per tutta la vita.


“Prevenire”, quindi, significa tenere a mente ogni giorno le semplici azioni quotidiane per scongiurare problemi legati a denti e gengive che, se non presi in considerazione, possono avere ripercussioni anche importanti sulla salute di tutto il tuo organismo.

L’integrità dei denti, infatti, ha correlazioni dirette con il tuo benessere fisico: i denti, se trascurati, possono andare incontro a carie; malocclusioni dentali sembra possano alterare la postura corporea; la parodontite può avere ripercussioni sull’apparato cardiovascolare e sul diabete.

Le principali malattie che riguardano i denti sono strettamente legate a stili di vita – igienici e alimentari – sbagliati. Nella maggior parte dei casi sono causate da batteri che si annidano nel cavo orale e sulla superficie dei denti.

Le principali malattie odontoiatriche

Se trascuri la prevenzione aumenti il rischio di sviluppare diverse patologie dentali, tra cui:

  • Carie: malattia degenerativa dei tessuti duri del dente causata dall’azione di microrganismi presenti nel cavo orale; può determinare dolore, sensibilità accentuata al caldo e al freddo e, se trascurata, anche la perdita precoce del dente;

  • Gengivite: infiammazione a carico delle gengive causata dalla presenza di batteri nel cavo orale; si manifesta con sanguinamento, gonfiore e arrossamento delle gengive;

  • Parodontite: malattia cronica di natura batterica che colpisce gengiva e osso; si manifesta con sanguinamento, gengive che si ritirano e aumento della mobilità dentale.


Le regole per una bocca sana

Ecco le principali regole di prevenzione dentale che ti suggeriamo di adottare:

  • Igiene dentale quotidiana (lotta alla placca batterica)

  • Cura dell’alimentazione (lotta alle sostanze cariogene)

  • Visite periodiche di controllo

1. Igiene orale

La prevenzione dentale si basa innanzitutto su corrette pratiche di igiene orale.

Quali? Innanzitutto dovresti spazzolare correttamente i denti almeno due/tre volte al giorno dopo i pasti principali per almeno due minuti. Lo spazzolino deve avere una testina medio-piccola, setole di durezza media o morbida e va cambiato al massimo ogni tre mesi.

Ti consigliamo di utilizzare tutti i giorni anche filo interdentale e collutorio per eliminare residui di cibo e, quindi, placca batterica che ha aderito a quelle parti del dente che rimangono inaccessibili allo spazzolamento.


2. Cura dell’alimentazione

Le scelte alimentari sono molto importanti per la salute della tua bocca. Oltre alle corrette norme di igiene orale, infatti, la prevenzione dentale passa anche attraverso l’attenzione per l’alimentazione: per ridurre il rischio di patologie dentali, è bene limitare gli alimenti ad alto contenuto di zuccheri, che i batteri processano formando acidi che corrodono lo smalto dei denti e facilitano la progressione della carie.

Ti suggeriamo di prevedere, inoltre, una dieta ricca di vitamine e sali minerali: prediligi frutta e verdura e tutti gli alimenti ricchi di vitamine e minerali (vitamine C, A e D, calcio, fosforo, potassio, sodio, ferro e magnesio).


3. Visite periodiche di controllo

Non dimenticare l’importanza delle visite di controllo periodiche. Ogni sei mesi, infatti, è importante rivolgersi al proprio Dentista di Famiglia per un controllo generale, così da verificare la presenza di patologie dentali ed eventualmente intervenire subito per limitare i danni. Altrettanto importanti sono le sedute periodiche di pulizia dentale, che attraverso la strumentazione professionale consentono di rimuovere placca e tartaro per evitare l’insorgere e il propagarsi della carie e della malattia parodontale.


Da quanto tempo non controlli i tuoi denti? Se sono passati più di sei mesi è importante verificare lo stato di salute della tua bocca. Chiama il centro Medicenter più vicino a te e prenota una visita con il tuo Dentista di Famiglia.

© Dentalnext srl - P.I. 02885420303 - info@medi-center.it | Friuli Venezia-Giulia Marche

SITEMAP - PRIVACY COOKIES