fbpx

Denti gialli nei bambini?! Cause, prevenzione e rimedi

Denti gialli nei bambini?! Cause, prevenzione e rimedi

L’ingiallimento dei denti è un inestetismo che può riguardare anche i bambini. Le cause di questa problematica che riguarda lo strato più superficiale del dente, possono essere diverse, talvolta di natura genetica, altre volte sono dovute ad una scorretta pulizia dei denti, in ogni caso si tratta di una condizione che può creare disagio e su cui è bene intervenire per restituire al sorriso del bambino la sua naturale bellezza. Perciò in questo articolo Medicenter, il tuo dentista di famiglia indagherà le cause dell’ingiallimento dei denti dei bambini e vi darà dei consigli per prevenirlo e trattarlo nel modo giusto.

Le cause

Le cause dei denti gialli possono essere molteplici e sono spesso legate alla poca dimestichezza dei bambini con l’igiene orale, ma non solo, ad esempio anche alcuni antibiotici possono comportare questa controindicazione. I denti decidui sono molto sensibili, e quindi soggetti a macchiarsi proprio come quelli definitivi.

In sintesi, le cause principali dei denti gialli nei bambini sono le seguenti:

  • scarsa igiene orale
  • presenza di batteri nel cavo orale
  • alimentazione errata
  • apparecchio ortodontico
  • carenza di calcio
  • traumi
  • assunzione di alcuni farmaci

La causa più frequente dell’ingiallimento dei denti dei bimbi è senz’altro legata all’igiene dentale: se l’igiene orale non è eseguita correttamente e quindi i denti non sono spazzolati con attenzione dopo ogni pasto, si favorisce la formazione di placca, tartaro e macchie gialle sulla superficie dei denti. Per questo motivo è necessario insegnare bene al bambino come lavare i denti per una corretta cura dentale quotidiana, guidandolo nella scoperta della propria bocca. Qui puoi trovare alcuni consigli nella nostra guida alla salute orale dei bimbi.

I denti gialli potrebbero però anche indicare la presenza di batteri nel cavo orale, che hanno raggiunto le gengive e modificato la colorazione del dente.

Anche l’alimentazione può determinare l’ingiallimento dei dentini, se è poco attenta e prevede il consumo di cibi e bevande molto zuccherate o contenenti coloranti, questi producono infatti dei pigmenti che possono aderire allo smalto compromettendone il colore.

L’apparecchio ortodontico, che rende più difficile la pulizia, è un’altra possibile causa, ma anche un trauma può indebolire il dente rovinando la formazione dello smalto e causandone l’ingiallimento. Infine, ulteriori cause possono essere l’assunzione di alcuni farmaci o una carenza di calcio.

Resta sempre consigliabile consultare il proprio dentista per approfondire la causa e trovare la soluzione più adatta.

Prevenzione e rimedi

Fin dalla gravidanza si può agire per prevenire i denti gialli nei bambini:

  • le neomamme dovrebbero mantenere una dieta ricca di vitamina c e d e di acido folico, che contribuiscono alla salute dei denti
  • si dovrebbero evitare farmaci contenti tetracicline

Nei primi mesi di vita sarebbe bene optare, nel caso in cui sia possibile, per l’allattamento al seno, che è un’ottima protezione per i denti dei bambini. Il latte materno, ricco di calcio e fosforo, aiuta infatti a rafforzare i denti e a prevenire eventuali disturbi; perciò, può essere considerato una forma di prevenzione fin dalla più tenera età della dentizione.

In seguito, è importante impostare insieme al bambino delle buone abitudini di igiene orale, come lavarsi accuratamente i denti dopo ogni pasto, insegnandogli a spazzolare bene i denti per rimuovere tutti i residui di cibo e prevenire la formazione di placca, tartaro e carie.

Con la crescita si potrà anche introdurre l’utilizzo di collutori, filo interdentale e scovolino che sono di grande aiuto per preservare la salute orale.

Si devono considerare alcune insidie, poiché talvolta bambini non amano lavarsi i denti, inolte i bambini molto piccoli corrono il rischio di ingerire il dentifricio e assorbire una quantità eccessiva di fluoro, che può provocare fluorosi, un disturbo che si manifesta con macchie bianche sullo smalto dentale.

È importante quindi scegliere il dentifricio più adatto in base alla fascia di età:

  • I Dentifrici senza fluoro o con fluoro fino a 500 ppm (corrispondente all’11%) sono indicati per i dentini da latte dei bambini dai 2 ai 6 anni
  • I dentifrici con concentrazioni di fluoro superiori a 500 ppm (11%) fino a 1400 ppm sono invece adatti ai bambini dai 7 anni in su, quando cominciano a spuntare i denti permanenti.

Utilizzare spazzolini con personaggi accattivanti può aiutare a rendere il momento della pulizia dei denti più divertente per il bambino. Per rendere questo momento ancor più divertente abbiamo creato questa guida scaricabile dedicata ai bambini.

Non tutti sanno che anche la frutta è un ottimo aiuto per proteggere i bimbi dalla formazione della placca, possiamo proporre ai bimbi un pezzettino di mela, di fragola o di banana a fine pasto, questi tipi di frutta infatti contengono lo xilitolo, che allontana la placca e previene la formazione di carie.

Fare dei controlli periodici dal dentista è sicuramente il modo migliore di fare prevenzione e preservare sempre denti bianchi e sani. In caso di denti gialli il dentista può proporre l’utilizzo, insieme al dentifricio, del bicarbonato di sodio. La sua azione sbiancante può aiutare a combattere il disturbo, ma è indispensabile attenersi alle sue indicazioni.

Una volta appurate le cause dei denti gialli, il dentista può anche ritenere opportuno attuare un processo di sbiancamento dei denti, con un’igiene dentale o prescrivendo una sostanza sbiancante. La penna sbiancante, da utilizzare in genere a casa, invece non è indicata per i denti dei bambini.

Per qualsiasi informazione i nostri dentisti sono sempre a disposizione per rispondere ai vostri dubbi, potete richiedere una visita senza impegno direttamente QUI.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to Top